“Mercatini di Natale al borgo”, ecco il tema della mostra mercato che il 12 dicembre rallegrerà le vie di Appignano (MC). I nuovi arrivati tra i beneficiari del Progetto Atelier del Gus -Gruppo umana solidarietà- hanno, saputo apprendere, cogliere ed apprezzare i segreti che si celano dietro l’antica arte del telaio dell’entroterra marchigiano.

Non a caso la mostra mercato si inserisce in una serie di eventi a tema natalizio voluti ed organizzati dal comune di Appignano. Trovare i beneficiari del Progetto Atelier, nuovi arrivati da paesi lontani, accanto ad una figura antica come quella dello zampognaro rappresenta l’essenza a cui si vuole giungere: un’integrazione tra le culture che sia effettiva e volta alla rinascita e al recupero delle antiche tradizioni.

Sciarpe in cotone, lana e seta oltre che zainetti, sono i prodotti realizzati simbolo di una fusione tra le culture e sinonimo di antiche tecniche di lavorazione rivisitate in chiave multietnica. Ogni manufatto è ecosostenibile, prodotto integralmente con materiali riciclati in cui trovano una nuova composizione vecchie lenzuola, tovaglie, brandelli di maglie e camice. La sapienza riposta nel telaio, che si tramanda di generazione in generazione, acquista nuovi connotati di accoglienza, di crescita e riscatto personale.
I beneficiari del progetto hanno saputo, così, apprendere antiche tecniche di lavorazione creando prodotti che raccontano ed incarnano storie provenienti da un mondo lontano.

La mostra mercato è parte integrante del Progetto Atelier nato, a Macerata, dalla collaborazione tra il Gus e l’Associazione per l’artigianato Artistico Arti e Mestieri di Macerata e Camerino, grazie all’indispensabile impegno profuso da Maria Giovanna Varagona, insegnante del Progetto Atelier ed artigiana storica del territorio.