A Macerata il Progetto Atelier riparte con il corso di tessitura nel laboratorio “La tela”. Salima, Fatima, Billoh, Kariatu e Adama si metteranno alla prova, secondo le antiche tecniche artigianali, per realizzare sciarpe e borse.

Anche in questa occasione i beneficiari del progetto saranno messi in condizione di imparare, di misurarsi, di creare. La tipica tradizione tessile dell’entroterra marchigiano, la sapienza riposta nel telaio, che si tramanda di generazione in generazione diventa nuovamente simbolo di accoglienza, sinonimo di crescita e riscatto personale.

Il Progetto Atelier Indipendenza incarna in pieno il significato di “terza accoglienza”, vale a dire quell’insieme di azioni volte ad accompagnare i migranti nella delicata fase di transizione tra la situazione di tutela istituzionale e la piena autonomia.