La moda, contrapposta al fast fashion, può diventare un viaggio nei valori umani. Dietro ai cartamodelli con cui si realizzano i vestiti si può rinvenire un profondo rispetto per l’ambiente. Semplici forbici possono divenire simbolo di volontà di riscatto ed integrazione. Dimostrazione tangibile è data dall’esperienza del Progetto Atelier del Gus a Lecce, laddove la sapienza della Calcagnile Academy è stata messa a disposizione dei beneficiari.

Dalla collaborazione è nata una capsule realizzata interamente con un tessuto sperimentale che, nel rispetto dell’ambiente, è biodegradabile. Gli abiti realizzati, volutamente dalla linea morbida, avvolgono il corpo di chi li indossa e lo accarezzano. Dietro ogni manufatto artigianale, prezioso e irripetibile, vi è narrata una storia: la storia di chi con il lavoro afferra un’opportunità di riscatto, la storia di chi viene da lontano e nelle sue creazioni ripone un po’ di se stesso misto alla proiezione di ciò che aspira a divenire

Il 27 Luglio all’interno della Biblioteca Bernardini a Lecce a partire dalle ore 20.00 sarà esposta la capsule collection realizzata dai beneficiari del progetto Atelier del Gus in Puglia in collaborazione con la Calcagnile Academy. La prestigiosa accademia salentina consegnerà, inoltre, gli attestati di frequenza ai partecipanti. La mostra è predisposta a margine della rassegna itinerante “Touch Your Sensitivity” in cui sarà presentato il libro “Sotto il segno della bilancia news” di Fabio De Nunzio, giunto alla sua IV edizione.
L’evento è interamente orientato al ripudio di ogni forma di discriminazione, di ogni forma d’odio, alla ferma volontà di contribuire, con perseveranza, a piantare i semi di una sana sensibilizzazione sociale.